Noise from earth Music is communication, not competition.

Fantasia

 

Fantasia is a 1940 American animated film produced by Walt Disney and released by Walt Disney Productions. With story direction by Joe Grant and Dick Huemer, and production supervision by Ben Sharpsteen, it is the third Disney animated feature film. The film consists of eight animated segments set to pieces of classical music conducted by Leopold Stokowski, seven of which are performed by the Philadelphia Orchestra. Music critic and composer Deems Taylor acts as the film’s Master of Ceremonies, providing a live-action introduction to each animated segment.

Disney settled on the film’s concept as work neared completion on The Sorcerer’s Apprentice, an elaborate Silly Symphonies short designed as a comeback role for Mickey Mouse, who had declined in popularity. As production costs grew higher than what it could earn, Disney decided to include the short in a feature-length film with other segments set to classical pieces. The soundtrack was recorded using multiple audio channels and reproduced with Fantasound, a pioneering sound reproduction system that made Fantasia the first commercial film shown in stereophonic sound.

Fantasia was first released as a theatrical roadshow held in thirteen U.S. cities from November 13, 1940. While acclaimed by critics, it was unable to make a profit due to World War II cutting off distribution to the European market, the film’s high production costs, and the expense of leasing theatres and installing the Fantasound equipment for the roadshow presentations. The film was subsequently reissued multiple times with its original footage and audio being deleted, modified, or restored in each version. Fantasia is the 23rd highest-grossing film of all time in the U.S. when adjusted for inflation. The Fantasia franchise has grown to include video games, Disneyland attractions, and a live concert. A sequel, Fantasia 2000, co-produced by Roy E. Disney, was released in 1999. Fantasia has grown in reputation over the years and is now widely acclaimed; in 1998 the American Film Institute ranked it as the 58th greatest American film in their 100 Years…100 Movies and the fifth greatest animated film in their 10 Top 10 list.

(From Wikipedia, the free encyclopedia)

 

Fantasia è un film d’animazione del 1940 diretto da registi vari, prodotto da Walt Disney e distribuito dalla Walt Disney Productions[1]. Con la direzione di storia di Joe Grant e Dick Huemer, e la supervisione di produzione di Ben Sharpsteen, è il terzo Classico Disney. Il film è composto da otto segmenti animati impostati su brani di musica classica diretti da Leopold Stokowski, sette dei quali sono eseguiti dall’Orchestra di Filadelfia. Il critico musicale e compositore Deems Taylor agisce come “maestro di cerimonie”, introducendo ogni segmento in scene live action interstiziali.

Come il primo Classico Disney Biancaneve e i sette nani, anche Fantasia venne ritenuto un film che non avrebbe fatto successo e portato l’azienda al fallimento. A differenza però di Biancaneve, Fantasia fu effettivamente un insuccesso durante la prima distribuzione nelle sale statunitensi. Il film non poté essere esportato in Europa e fece quasi fallire l’azienda, che però recuperò un anno dopo con il quarto Classico Disney, Dumbo – L’elefante volante.

Disney ebbe l’idea di realizzare il film mentre si avvicinava il completamento dei lavori de L’apprendista stregone, un cortometraggio delle Sinfonie allegre concepito come un ritorno di Topolino, la cui popolarità era declinata. Poiché i costi di produzione erano cresciuti, superando il possibile guadagno, Disney decise di includere il corto in un lungometraggio con altri segmenti impostati su brani classici. La colonna sonora venne registrata usando un processo multicanale e riprodotta in Fantasound, un innovativo sistema di riproduzione del suono che rese Fantasia il primo film commerciale proiettato in stereofonia.

Fantasia debuttò in un numero limitato di sale in tredici città degli Stati Uniti a partire dal 13 novembre 1940. Ricevette reazioni critiche contrastanti, e non fu in grado di realizzare un profitto. Fu dovuto in parte alla seconda guerra mondiale, che tagliava fuori il redditizio mercato europeo, ma anche agli elevati costi di produzione del film, alle spese di affitto dei cinema e all’installazione delle attrezzature Fantasound per le proiezioni limitate. Inoltre parte del pubblico si allontanò dalla Disney improvvisamente diventata “colta”, preferendo le animazioni standard. La pellicola venne riproposta più volte con video e audio eliminati, restaurati e modificati a partire dal 1945 subito dopo la fine della Seconda guerra mondiale, permettendo al film di essere riscoperto dal pubblico europeo. Ad oggi, Fantasia ha incassato 76 milioni di dollari di entrate nazionali ed è il ventiduesimo maggior incasso cinematografico di tutti i tempi negli Stati Uniti al netto dell’inflazione.[2] Il nipote di Walt, Roy E. Disney, co-produsse un sequel uscito nel 1999 dal titolo Fantasia 2000.

(Da Wikipedia, l’enciclopedia libera)